F1 | CORONAVIRUS: BAHRAIN e VIETNAM BLOCCANO gli italiani

 

A pochi giorni dall’inizio del mondiale di Formula 1 si sta decisamente aggravando la situazione Coronavirus. Continua a mietere vittime nel mondo e potrebbe mettere a rischio l’esistenza dei GP di Vietnam e Bahrain.

 

È notizia dell’ultima ora infatti, quella secondo cui il Bahrain ha deciso non solo di limitare gli accessi da Abu Dhabi (tratta seguita dai team delle scuderie), ma anche di vietare l’accesso delle persone che siano state in Italia, Iraq, Cina, Hong Kong, Iran, Thailandia, Singapore, Malesia e Corea del Sud negli ultimi 14 giorni.

 

LEGGI ANCHE: PILOTA F2 NON PARTECIPA AI TEST PERCHÈ IN QUARANTENA!

 

Limitazione pesante insomma per lo sviluppo del GP che, come abbiamo detto conta su numerosi addetti italiani e giapponesi non solo per montare e gestire il paddock, ma anche perchè ci sono diverse scuderie italiane (Ferrari, Alpha Tauri con Haas e Alfa Romeo che montano motore Ferrari) oltre a Pirelli e Brembo che forniscono rispettivamente gomme e freni per tutte le scuderie.

 

Non è però finita qui, perchè a quanto pare il Vietnam ha decretato che persone provenienti da Cina, Hong Kong, Corea del Sud, Italia, e Iran dovranno avere con sè un certificato medico che ne attesti la buona salute e dovranno OBBLIGATORIAMENTE osservare un periodo di 14 giorni di quarantena.

 

Certamente questo potrebbe essere un grosso problema per i team e giornalisti mettendo a serio rischio l’organizzazione dell’evento. Anche se, stando ad un informatore della bbc, il Paese “sta adottando misure specifiche per team, amministratori, emittenti e media”. Per cui aspettiamo prossimi sviluppo sul fronte Vietnam.

 

La FIA da parte sua ha dichiarato che è intenta a “monitorare attentamente la situazione e di valutare il calendario per le prossime gare, dichiarandosi disponibile ad attuare le misure adatte a proteggere la comunità del motorsport e il pubblico“.