F1 | Ecco perché Leclerc si è ritirato a Monte Carlo! - ANALISI COMPLETA
GP MONACO F1/2021 - DOMENICA 23/05/2021 credit: @Scuderia Ferrari Press Office

F1 | Ecco perché Leclerc si è ritirato a Monte Carlo! – ANALISI COMPLETA

Charles Leclerc ieri è stato autore di una pole da brividi che nessuno si aspettava, forse nemmeno lui, ma due settimane fa il monegasco ha centrato un’altra pole position: quella di Monte Carlo, sfortunatamente per lui dopo essere andato a sbattere nel finale del Q3 ha accusato dei problemi al semiasse sinistro e la gara del circuito cittadino di casa per Charles non è nemmeno cominciata. Ma visto e considerato che il ragazzo aveva sbattuto contro le barriere sulla parte destra della monoposto perchè il problema che gli è costato il ritiro è stato accusato sul semiasse sinistro?

Dopo le opportune analisi effettuate a Maranello il problema che sembrerebbe avere costretto Charles al ritiro sarebbe una crepa all’interno del mozzo della ruota sinistra in corrispondenza della giunzione con l’albero di trasmissione. Anche se fosse stato sostituito il cambio e Leclerc avesse perso 5 posizioni sulla griglia di partenza si sarebbe comunque ritirato poichè il mozzo sinistro non sarebbe stato sostituito. La crepa è stata infatti evidenziata a Maranello mediante un apposito ecografo, esteriormente il pezzo fatale non risultava minimamente danneggiato. Inoltre i meccanici della Ferrari a causa delle dure regole imposte dalla FIA hanno avuto solamente 1 ora sabato sera per fare le dovute analisi e meno di 2 ore domenica mattina.

L’unico modo in cui Leclerc avrebbe potuto portare a termine il GP di casa sarebbe stato quello di sostituire completamente la trasmissione, compreso il mozzo di sinistra, ma senza le prove che il cambiamento era dovuto ad una rottura (impossibile per la Ferrari da dimostrare sul momento) Leclerc sarebbe scattato in ultima piazza, in un circuito dove superare è praticamente impossibile.

Embed from Getty Images 

Filippo
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!