© Scuderia Ferrari Press Office

F1 | FIRMATO IL PATTO DELLA CONCORDIA, LA FERRARI È RACCOMANDATA?

Il famoso “patto della concordia” è finalmente stato firmato tra le scuderie di formula 1.
Questo è un vero e proprio patto tra le varie case produttrici della competizione, esso consiste in un accordo che dovrebbe portare tutte le vetture, il più vicino possibile durante le stagioni, in termini di punti.
Sono compresi accordi finanziari, tecnici e sportivi.
C’erano vari motivi per cui la Mercedes non volesse firmarlo, in quanto la Ferrari sarebbe “avvantaggiata“, data la sua importanza all’interno della competizione, infatti è un pezzo di storia del motorsport in generale. Questo status permette alla scuderia di ricevere un quantitativo di denaro maggiore, rispetto alle altre scuderie, anche se non arrivasse tra le prime posizioni. Di fatti com’è risaputo, le scuderie che vincono il mondiale costruttori, hanno diritto ad una sorta di “bonus” di soldi, da spendere per migliorare le vetture, quindi investendoli in nuovi o vecchi progetti.
Questo patto però vuole portare una formula 1 che sia più economicamente sopportabile, quindi i costi generali si andranno ad abbassare ed il “vantaggio” della scuderia di Maranello sarebbe minimo.
L’obiettivo principale è sempre quello di rendere questo sport sempre più emozionante ed appagante per i tifosi, quindi si spera che dai prossimi mondiali, ci sia molta più rivalità tra le scuderie e non ci siano più donini, vedi quello Mercedes degli ultimi 6 anni. 

Enrico
Sono un ragazzo di 18 anni appassionato di formula 1. Mi piace condividere ciò che penso di questo sport, ed e' il motivo per cui scrivo gli articoli