SOCHI, RUSSIA - SEPTEMBER 27: Pierre Gasly of France and Scuderia AlphaTauri runs in the Paddock prior to the F1 Grand Prix of Russia at Sochi Autodrom on September 27, 2020 in Sochi, Russia. (Photo by Peter Fox/Getty Images) // Getty Images / Red Bull Content Pool // SI202009270475 // Usage for editorial use only //

F1 | GASLY E KVYAT PARLANO DEL NURBURGRING

In questi ultimi giorni ci sono state moltissime dichiarazioni dei piloti di f1, in quanto correranno in questo nuovo tracciato tedesco.

Una dichiarazione che ci ha colpito molto e che spiega bene come un pilota vede questo tracciato è quella di Danil Kvyat.

“Non corro al Nürburgring da sette anni, da quando ero in GP3. È un tracciato di quelli classici, old school, con tanta storia alle spalle: sono entusiasta di tornarci – ha dichiarato il pilota russo – È una bella pista, anche se non c’è una sezione che risalta rispetto alle altre. È interessante, ci sono un paio di chicane lente e anche ad alta velocità. La prima curva può essere un po’ complicata, soprattutto al primo giro, in quanto si frena in discesa e con una discreta pendenza. Ci sono diversi modi per affrontarla e bisogna trovare una buona traiettoria. Del meteo si è parlato tanto, perché sembra farà piuttosto freddo da quelle parti. Sarà intrigante perché, a parte nei test, non abbiamo mai corso in condizioni molto fredde. Per quanto riguarda le performance della nostra macchina per questo weekend, abbiamo visto dei segnali incoraggianti in Russia e se continueremo in questo modo, abbiamo la possibilità di fare bene. Speriamo solo che il meteo non ci condizioni. Le altre squadre del gruppo centrale sono molto competitive, ma noi siamo sempre nella mischia”.

Anche gasly ha commentato in maniera molto simile:

“Arriviamo al Nürburgring consapevoli di aver fatto bene in Russia, anche se la gara di domenica non è andata esattamente come avrei voluto – ha aggiunto il francese – Tuttavia, abbiamo mostrato un buon ritmo, soprattutto quando avevamo pista libera. L’ultima volta che ho corso al Nürburgring è stato in Formula 3.5, nel 2014. È una pista che apprezzo molto perché è tecnica, con un mix speciale di curve dove puoi trovare il tuo ritmo. La staccata della prima curva, in discesa, può rivelarsi difficile. Insomma, un giro interessante e non così semplice. Pare che farà freddo e la cosa non mi sorprende. Non è un problema, a parte quando sei fermo in macchina nelle libere, in attesa di andare in pista: lì inizi a sentire davvero il freddo. Sarà una storia diversa per le gomme, perché risulterà complicato portarle in temperatura. Se arrivasse la pioggia non mi dispiacerebbe, perché non abbiamo corso molte gare sotto l’acqua. Sorpassare non è così semplice, quindi sarà importante qualificarsi bene. E considerando che nessuno di noi ha corso su quella pista ultimamente, durante le prove libere bisognerà lavorare molto per trovare il giusto compromesso con il set-up, il più rapidamente possibile. Sarà per tutti una bella sfida”.

Enrico
Sono un ragazzo di 18 anni appassionato di formula 1. Mi piace condividere ciò che penso di questo sport, ed e' il motivo per cui scrivo gli articoli