2020 Spanish Grand Prix, Sunday - LAT Images

F1 | GP DI SPAGNA: LEWIS PERFETTO

Perfetto nella gara, perfetto nelle qualifiche, perfetto in tutto. Un weekend alla perfezione per il 6 volte campione del mondo che ottiene così la sua 88 vittoria in carriera arrivando a meno 3 dal record di Schumacher.

Viene accompagnato sul podio da Verstappen 2° e Bottas 3°.

Ripercorrendo la gara, partenza non perfetta per Bottas che viene superato subito da Stroll e Verstappen, il quale riesce ad ottenere la seconda posizione che manterrà sino al traguardo.

Il finlandese si riprende però e al quinto giro riesce a riprendere la posizione sul Stroll.

Continua la gara che vede i piloti in una situazione di gestione e quindi nessun sorpasso e monoposto molto vicine le une dalle altre.

Da notare Hamilton come, dopo i problemi alle gomme negli ultimi gran premi, non corre via dal gruppo come suo solito ma si affida anche lui ad una gestione moderata delle gomme; riesce comunque a dare un po’ di sprint alla monoposto verso il decimo giro, guadagnando qualche decimo a giro su Max Verstappen.

Leclerc e Vettel rimangono rispettivamente in 9° d 10° posizione e le loro prestazioni non sono delle migliori, con Vettel che deve difendersi un paio di volte dall’attacco di Kvyat.

18° giro: iniziano i pit-stop; gomma dura per Albon.

Seguono Verstappen al 22° ed entrambe le Mercedes al 25°, tutte con gomme medie.

Il cavallino rampante prova invece una strategia diversa, puntando sulla sosta singola.

Non buono Kimi Raikkonen che, dopo l’eccellente podio di ieri, si trova in 18 posizione.

Altri pit-stop per Stroll e al 30° giro per l’altra RacingPoint ed entrambe le rosse.

Ora Vettel si trova in 14° posizione e Leclerc in 12°, grazie al sorpasso su Kvyat. Non riesce il monegasco però a superare Norris che gli crea molto problema alle gomme essendo fresche.

Pit-stop per le Renault e sembra che ci sia la possibilità di pioggia verso fine gara.

Giro 37: problemi per Leclerc, testacoda all’ultima curva causa problema elettrico che ha spento l’auto. La macchina non parte, dopo qualche tentativo si.

Fa un giro, poi rientra ai box: ritiro per Leclerc.

Calo di prestazioni per Verstappen che perde secondi nei confronti di Hamilton e viene raggiunto da Bottas che si trova ora a un secondo e mezzo.

Altri pit-stop anche per Bottas e Verstappen.

Vettel sale in quinta posizione e prova la strategia della singola sosta.

Ricordiamo che era partito con gomma gialla e al 30° montò gomma rossa, ciò significa che dovrà fare ben 36 giri con la gomma più soft, incredibile!

E fu proprio Vettel a proporre questa strategia in un team radio molto importante per Vettel e la Ferrari, che prova a ritrovare una nuova energia.

Altro pit-stop per Hamilton che rimonta le Medium al 52° giro.

Vettel si trova ora in gestione gomme, peccato che venne decisa la sosta singola dopo 3 giri veloci del tedesco che hanno portato a un maggior deterioramento delle gomme e al sorpasso di Stroll e Sainz.

Rimane comunque incredibile la gara di Vettel che riesce a ottenere un’ottimo 7° posto.

Bottas fa giro veloce, ma per sicurezza ed essendo ormai difficile il sorpasso su Verstappen, fa un ultimo cambio a un giro dalla fine, portandosi a casa un punto in più è il record della pista; il compagno di squadra, invece, porta a casa la gara.

Perfetto weekend per le Mercedes che si dimostra ancora una volta inarrivabile.

Ottima gara anche per Max, che insieme ai due Mercedes riesce a doppiare tutti gli altri piloti, si può proprio dire che è stata una gara nella gara.

Lorenzo Zorri
Appassionato sin da giovane di motori, ho voluto unirmi al gruppo per contribuire alla crescita di questo sito. Attualmente dedito ai compiti di Autore, Amministratore SEO e SocialMedia Manager.