@Scuderia Ferrari Press Office

F1 | VETTEL: ADDIO ANTICIPATO?

Forse no, ma è oggettivo che nelle ultime ore sono circolate numerose voci e notizie riguardo un possibile addio anticipato del pilota tedesco.

Per comprendere meglio bisogna però tornare a tre giorni fra, più precisamente al secondo gran premio di Gran Bretagna, nonché gran premio del 70 anniversario della formula 1.

Weekend diviso in due per la Ferrari: da una parte Charles Leclerc, che con un incredibile quarto posto è riuscito a ridare vita a una monoposto creduta da tutti ormai da non più in grado di competere con le altre scuderie, riuscendo a guadagnare secondi sulla Mercedes di Bottas arrivando a far pensare a un possibile sorpasso del pilota monegasco sul pilota finlandese (cosa impensabile fino a una settimana prima); dall’altra, Sebastian Vettel che con una deludente dodicesima posizione e un testacoda alla partenza ha deluso molto le aspettative (già basse a seguito dei risultati precedentemente ottenuti).

E proprio questo risultati hanno creato numerose frizioni tra il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel e il muretto della scuderia di Maranello.

Ad accentuare i contrasti è stato anche un presunto cambio di strategia denunciato dal pilota tedesco alla scuderia secondo cui la squadra non ha rispettato ciò che era stato deciso nel pre gara.

Certo, non bisogna trascurare che i risultati di quest’anno sono in buona parte dovuti alla monoposto, nettamente meno performare sia nei confronti di quelle delle altre scuderie (non solo a Mercedes), ma incredibilmente anche nei confronti della SF90H portata dalla Ferrari nello scorso mondiale.

È vero però, che Leclerc è riuscito nell’ultimo GP a tirare fuori dalla sua poter unit prestazioni fino ad allora impensabili e che ha conquistato 44 punti in 5 gare, a differenza dei soli 10 punti ottenuti da Vettel.

A causa quindi delle scarse prestazioni, dei pochi punti ottenuti, dalla già annunciata fine della carriera del pilota tedesco con la scuderia in rosso e dalle frizioni avute nell’ultimo weekend, sembra quindi che la Ferrari abbia pronto un piano B nell’eventualità di un addio anticipato di Sebastian Vettel che verrebbe sostituito da Antonio Giovinazzi, attuale pilota della Alfa Romeo Racing, nonché terzo pilota della scuderia in rosso.

C’è un aria pestante quindi in questi giorni a Maranello, magari il tutto si calma, e aspetteremo la fine del mondiale per salutare il pilota tedesco, oppure la situazione rimane incandescente e potremo veramente assistere ad un addio anticipato di a Sebastian Vettel, evento che non capita tutti i giorni.

Non ci resta quindi che restare aggiornati nei prossimi giorni per scoprire come si evolverà la situazione.

Lorenzo Zorri
Appassionato sin da giovane di motori, ho voluto unirmi al gruppo per contribuire alla crescita di questo sito. Attualmente dedito ai compiti di Autore, Amministratore SEO e SocialMedia Manager.