Leclerc e la smania di successo

Ogni volta che sono in macchina, faccio del mio meglio. È sempre stato così. Ogni volta che mi calo nell’abitacolo, non voglio fare secondo o terzo o quarto o quinto. Non mi importa, io voglio solo vincere.

E inevitabilmente nella mente si forma un’immagine: quella di un pilota anni ’80 che spegne la sigaretta e che, vi piaccia o no, si cala nell’abitacolo con un sorriso anche un po’ beffardo e fa del suo meglio per far mangiare la polvere agli altri. Stiamo parlando ovviamente, e non si fosse capito, di Gilles Villenueve storico alfiere Ferrari. Ma a volte l’immaginazione mente, non stiamo infatti parlando del famoso pilota, ma di un altro altrettanto famoso uomo che ambisce alla vittoria: Charles Leclerc.

 

Per Gilles non esisteva una tabella di marcia con dei punti da portare a casa gara dopo gara, per lui esisteva soltanto la corsa e come vincerla. Probabilmente Villeneuve non avrebbe mai vinto un Campionato del Mondo. Avrebbe vinto tante gare, avrebbe entusiasmato le folle come già aveva fatto, ma era un uomo che non metteva nulla sulla bilancia dei programmi, per lui la corsa era la vita“ ci ricorda Mauro Forghieri.

Ma i tempi cambiano, le competizioni pure, la mentalità inevitabilmente. Cosí oggi più che mai non è più necessario arrivare sempre primi per laurearsi Campioni del Mondo. Certo è utile, ma a volte è necessario sapersi accontentare, è un labile confine tra forza di volontà per dare il massimo e “rassegnazione” nel momento in cui il massimo si comprende di averlo dato. Ed è anche forse quello che è mancato alla Ferrari in questo 2019. Troppa voglia di vincere, anzi, troppa voglia di far vincere contemporaneamente due piloti, impossibile per definizione.

 

E noi di F1motogp.com il prossimo anno vi promettiamo di portarvi un’intervista a Charles Leclerc a tal proposito, perciò aiutateci a spargere la voce!

Filippo
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!