La Red Bull e l'ala a cucchiaio supersonica controcorrente
© @f1_gresty - Chris Gresty on kind concession

La Red Bull e l’ala a cucchiaio supersonica controcorrente

Nel corso del Gran Premio d’Olanda una delle cose che subito si sono notate sulla Red Bull di Max Verstappen è stata la coraggiosa scelta di montare sulla monoposto un’ala posteriore a cucchiaio del tutto analoga a quella utilizzata dalla scuderia già in Belgio 7 giorni prima. Ma perchè si tratta di una scelta controcorrente vi starete chiedendo? Beh perchè il circuito di Zandvoort è un circuito di medio-alto carico aerodinamico e la scelta portata avanti dalla scuderia di Milton Keynes si oppone rispetto alla scelta di tutte le altre scuderie di montare ali posteriori con profilo rettilineo e flap di sezione elevata.

L’IPOCRISIA della Formula 1: il problema soldi

Questo consente concretamente alla RB16-B di generare grazie al fondo una percentuale maggiore di carico verticale rispetto alle altre vetture concorrenti, cosí facendo le ali della Red Bull vengono scaricate e la loro resistenza in rettilineo notevolmente ridotta, tutto a vantaggio di una maggiore velocità di punta della monoposto.

Un ringraziamento particolare va alla fantastica foto in copertina, scattata personalmente dal nostro nuovo fotografo ufficiale Chris Gresty! Potete seguirlo su instagram al link sottostante, merita davvero! Potete anche fare una visita al suo sito personale: https://chrisg3gresty.wixsite.com/photo

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da ✴️F1 Photographer✴️ (@f1_gresty)

 

Filippo
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!