Michael Masi spiega il motivo della penalità inflitta a Verstappen a Sochi
MONZA, ITALY - SEPTEMBER 11: Max Verstappen Photo by Rudy Carezzevoli/Getty Images) // Getty Images / Red Bull Content Pool

Michael Masi spiega il motivo della penalità inflitta a Verstappen a Sochi

Nel corso del Gran Premio d’Italia di ieri pomeriggio sono successe molte cose inaspettate, a riprova del fatto che Monza non solo è ormai una pista iconica, ma che è ancora in grado di regalare spettacolo come solo pochissimi altri circuiti in tutto il mondo sanno fare. Dopo l’incidente in curva 1 di ieri pomeriggio occorso tra Max Verstappen e Lewis Hamilton in molti hanno cercato di interrogarsi cercando di capire di chi fosse la colpa, lo hanno fatto anche i commissari che hanno convocato i diretti interessati nel proprio ufficio dopo il termine della gara per discuterne e ritenere poi Max Verstappen colpevole dell’accaduto, probabilmente anche il fatto che Max non si sia sincerato delle condizioni del suo diretto contendente al titolo mondiale subito dopo l’incidente deve aver concorso a far propendere gli stewart per una penalità nei confronti dell’olandese che Max dovrà scontare proprio a Sochi, in Russia fra un paio di settimane.

F1 Monza: Perez assurdo: “Ingiusta la mia penalità”

Ma Michael Masi ha voluto spiegare la differente scelta di penalità nei confronti di Max rispetto ad esempio a quelli che furono i 10 secondi di penalità inflitti a Hamilton nel corso del Gran Premio di Gran Bretagna a seguito di un incidente simile, in quell’occasione però furono ininfluenti e consentirono comunque a Hamilton di perendersi la vittoria in casa senza troppi problemi:

Se avessero continuato entrambi, sarebbe stata inflitta una penalità a livello di tempo nel corso della gara. Non si può paragonare con quanto accaduto a Silverstone. Qui parliamo di due auto fuori gara dopo un incidente, lì solo una. A Monza, essendosi ritirati entrambi, non poteva essere scontata una penalità in gara. E dunque la penalità in griglia è ciò che viene applicato in questa stagione, come abbiamo concordato con tutte le squadra. Viene applicata quando chi è responsabile, non continua la gara“

F1 Monza: Incidente Verstappen – Hamilton: di chi è la colpa?

Mentre Hamilton si dice orgoglioso della coraggiosa scelta dei commissari e, a suo parere corretta: “Sono orgoglioso dei Commissari. Penso di aver bisogno di un po’ di tempo per pensarci su, ma sicuramente quanto accaduto crea un precedente. E credo che sarà un precedente importante per la sicurezza dei piloti, e sottolinea che ci sono regole severe da rispettare. Cose così continueranno fino a che non impareremo da ciò che accade in pista, e io personalmente non ho una storia con questo tipo di incidenti. In definitiva, quando la fai franca con cose del genere, allora continuerai a farle“.

Filippo
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!