© Ducati Racing Team

MotoGP| Le vecchie abitudini tornano sempre

Il secondo week-end di gara è cominciato e con esso anche le vecchie abitudini della Moto3: infatti alla fine del secondo turno di prove libere si è visto il solito trenino. L’episodio non è nuovo in questa categoria e la FIM ha deciso di penalizzare 7 piloti tra cui quattro italiani: Foggia, Fenati, Nepa, Rossi, Acosta, Garcia e Oncu che partiranno dalla pitlane. Penalità anche per Artigas dopo lo strike della settimana scorsa e dovrà scontare due long lap durante la gara.
Il giro più veloce lo segna Binder con 2’04.781, seguito da Garcia e Rodrigo. Qualificati al Q2, intanto, ci sono Fenati, Nepa e Antonelli.

In Moto2 il più veloce è stato Raul Fernandez con 1’58.541 seguito da Di Giannantonio e Gardner.
Bene Vietti che segna l’ottavo tempo con 1’59.315. Bulega e Manzi al termine delle FP2 si sono qualificati in Q2 e dovranno ripetersi questo pomeriggio nelle FP3.
Marcos Ramirez è stato dichiarato unfit dai medici in seguito alla caduta della settimana scorsa e Simone Corsi è stato sostituito da Tommaso Marcon fino al week-end di Portimao. 

In MotoGP difficoltà per Franco Morbidelli che lo hanno visto protagonista di due fumate bianche in sella alla sua Yamaha Petronas ma riesce a fare il settimo tempo della giornata con 1’53.699.
Non molto bene gli altri italiani: 12° Petrucci, 14° Rossi, 19° Bastianini, 20° Marini e 21° Savadori.
Davanti è dominio Ducati con Jack Miller, Francesco Bagnaia e Johann Zarco racchiusi in 0.392 secondi.

Sarà un dominio rosso anche nelle qualifiche di oggi pomeriggio?

Alessia Prus
Sono una ragazza di 17 anni, appassionata di MotoGP e con tanta voglia di fare.