MotoGP| Meteo sovrano a Le Mans

MotoGP| Meteo sovrano a Le Mans


Il tempo fa da sovrano sul circuito francese di Le Mans per tutto il week end.

Moto3
Gara inedita: partenza perfetta per Antonelli ma all’ultima curva del primo giro cade poi altre 7 cadute anche con piloti importanti per il mondiale come Acosta, Rodrigo e Masia.
Acosta riesce a tornare in pista e conclude la gara mentre il suo compagno di squadra Masia è dovuto passare per il medical center.

Grande gara per Riccardo Rossi: primo podio dedicato al papà e a Fausto Gresini. Colui che lo ha portato nel motomondiale e che ha sempre creduto in lui.
Bella gara anche per Artigas che conclude 7° partendo 29°, non ha disputato le qualifiche poiché dopo una caduta in FP3 è svenuto più volte e ha dovuto fare dei controlli.
28° partiva Adrian Fernandez ed ha concluso la gara 6° dietro a Sasaki e McPhee. In top 10 anche Fenati, 11° Migno. Peccato per la caduta di Antonelli che, nonostante lo zero, rimane 5° nella classifica mondiale dove Pedro Acosta rimane leader. 2° è Sergio Garcia con 49 punti davanti ad Andrea Migno, 47 punti, e Romano Fenati, 46 punti.

Moto2
Tante cadute, addirittura 9. Sam Lowes è uno di quei piloti che è caduto insieme a Vierge, i due piloti sono stati messi sotto investigazione. Probabilmente il pilota britannico dovrà scontare una penalità nella prossima gara al Mugello. Anche il suo compagno di squadra sembra aver ritrovato il ritmo per stare davanti nonostante al secondo giro sia caduto alla curva 11.
Grande bagarre per le posizioni del podio: ottimo inizio per Bezzecchi, tamponato leggermente da Roberts al quinto giro che non ha causato danni al pilota romagnolo. Alla fine la spunta Raul Fernandez davanti a Remy Gardner e al grande Marco Bezzecchi.
Bene Tony Arbolino che conclude la gara a un passo dal podio, 4°. In top 10 anche Fabio Di Giannantonio mentre 11° è Lorenzo Dalla Porta.
Il leader della classifica mondiale è Remy Gardner con 89 punti seguito da Raul Fernandez con 88 punti e Marco Bezzecchi con 72 punti. Sam Lowes è 4° con 66 punti e Fabio Di Giannantonio 5° con 60.

MotoGP
La Master class regala un’altra doppietta Ducati con Miller e Zarco davanti a un grande Fabio Quartararo. Una gara spettacolare: meteo molto instabile che permette ai piloti di poter fare un flag to flag e quindi di cambiare moto, usando quelle da bagnato. Il pilota francese della Yamaha sbaglia box e va in quello del compagno di squadra e i due piloti Ducati ufficiali entrano in pit lane con una velocità superiore al consentito. Tutti e tre ricevono una penalità: nel primo caso più leggere, un long lap penalty, nel secondo un po’ più salata con 2 long lap penalty.
Buona gara anche per Valentino Rossi: parte molto bene poi un contatto tra lui, Pol Espargaro e Franco Morbidelli, fa perdere delle posizioni al pilota di Tavullia. Conclude la gara all’11° posto dietro al pilota ufficiale della Yamaha, nonché ex compagno di squadra, Maverick Vinales e davanti al fratello Luca Marini.
Marc Marquez dopo il flag to flag sembrava potesse compiere l’impresa e vincere la gara ma, non una ma ben due cadute hanno separato il pilota spagnolo da questo sogno. Anche Alex Rins cade due volte la prima a 10 km/h nel giro di uscita dai box dopo aver cambiato moto, mentre la seconda al 14° giro alla curva 3, curva detta anche lastra di ghiaccio dato il numero di cadute in quel punto.
Peccato per Aprilia che in un solo Gran Premio riscontra due problemi tecnici con i suoi due piloti: prima Lorenzo Savadori, con un problema al motore e poi Aleix Espargaro con un problema tecnico.
Menzione anche per Bagnaia e Petrucci entrambi riescono a rimontare da dietro finendo rispettivamente in 4° e 5° posizione.
La leadership del campionato cambia nuovamente e vede in testa Fabio Quartararo con 80 punti, dietro di lui Francesco Bagnaia con 79 punti e Johann Zarco con 68.

MotoE

La MotoE ha visto a Le Mans il suo secondo round. Dopo delle qualifiche insolite sotto la pioggia e con una formula diversa è riuscita a concludere anche questo GP.
Il primo a tagliare il traguardo è stato Eric Granado, davanti a Zaccone e Casadei. Il pilota italiano del team Pramac è stato penalizzato di una posizione per aver violato i limiti della pista quindi il nuovo ordine diventa Granado, Casadei e Zaccone. 8° Matteo Ferrari e 11° Kevin Zannoni.
In ottica mondiale è l’italiano Alessandro Zaccone a comandare la classifica con 41 punti, davanti a Casadei e Aegerter entrambi a quota 33.

Nel prossimo round ce la giochiamo in casa. Mugello ti aspettiamo!

Alessia Prus
Sono una ragazza di 17 anni, appassionata di MotoGP e con tanta voglia di fare.