© Teleios S.R.L.

PRESENTATO TELEIOS! – FEDERICA MASOLIN E MATTEO BOBBI AL LANCIO DEL SIMULATORE DI LECLERC

Ieri sera abbiamo avuto la fortuna e il piacere di essere presenti all’evento di lancio del nuovo simulatore Teleios, nato dall’idea di Simone Cunati e Leonardo Bernasconi durante il lockdown per sopperire alla mancanza di simulatori casalinghi professionali.

All’evento erano presenti anche Matteo Bobbi e Federica Masolin, personaggi che non credo abbiano bisogno di presentazioni data la loro notorietà. Dopo una breve introduzione da parte dei due presentatori di Sky è stato svelato il gioiellino: il simulatore di Charles Leclerc. La società Teleios punta a produrne 100 esemplari in 1 anno, non molti, ma la scelta è fatta di proposito: così facendo riusciranno a focalizzarsi sul cliente in un modo mai visto prima d’ora, garantendo assistenza h 24 7/7.

Il nostro sport è bello perché raccontiamo storie, storie che spesso trattano di sogni, sogni che in questo caso si realizzano” ha detto Federica intervistata da Comozero. “E questa è una storia ancora più bella, quella di Simone che ha, come noi, la passione del motorsport.” Ha concluso la giovane giornalista.

E poi a me piace perché è un bel mago Simone – ha continuato Matteo – nel senso buono ovviamente, mi ha chiamato chiedendomi il numero di Charles Leclerc per proporgli l’idea, gli ho detto che era pazzo! E invece ci è riuscito, e non in 10 anni, ma in soli 4 mesi.”

LANCIO SIMULATORE TELEIOS

Immagine 1 di 11

© Teleios S.R.L.

Analizzando gli aspetti tecnici del nuovo simulatore troviamo una possibilità completa di personalizzazione estetica, due bocchettoni di aria che garantiscono al pilota refrigerio durante le simulazioni, un potente PC fornito da Akinformatica, un volante Fanatec, una replica fedele della posizione da guida della monoposto nonché la possibilità di regolare elettronicamente la seduta, componenti tecniche che recensiremo esaustivamente in un altro articolo, dato che abbiamo avuto la possibilità di provare il simulatore di Charles!

Un particolare ringraziamento va ad Elisa e Simone, che hanno reso possibile questa esperienza.

 

Filippo Rocchi
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!