2020 Styrian Grand Prix, Friday - LAT Images

QUALIFICHE GP STIRIA: Hamilton re del bagnato, malissimo le Ferrari, 2° Max

 

Dopo che le FP3 sono state cancellate il dubbio sulle qualifiche rimaneva: disputarle oggi su pioggia o domani mattina su asfalto asciutto? Alla fine Michael Masi (direttore di gara n.d.r.) ha deciso che le condizioni erano sufficienti per proseguire, ecco quindi che il Q1 è iniziato con 30 minuti di ritardo.

 

Durante il Q1 le Ferrari sembravano aver ritrovato un passo perduto ormai da troppo tempo, iniziata però la seconda sessione di qualifiche si è capito come davvero stavano le cose: la Rossa non solo si è piazzata 10° e 11° (il peggior risultato mai ottenuto per una Rossa al via di un GP), ma sembra pure aver perso velocità nelle curve medio-lente, l’unico punto di vantaggio su cui poteva contare quest’anno.

 

Ottima la sorpresa McLaren che è riuscita a piazzarsi in 3° posizione con Sainz e 6° con Norris, macchina davvero performante con un’ottima tenuta in curva al pari quasi di Mercedes.

Mercedes che come sempre ha dominato le qualifiche, in particolare Lewis Hamilton che è riuscito a distaccare di 1,5 secondi il suo compagno di squadra che ha concluso in 4° posizione. Che sia una risposta al risultato della scorsa settimana?

 

Secondo posto per Max Verstappen, il che a dire la verità ci piace perchè potrebbe essere protagonista di un acceso duello al via specialmente domani che la pista sarà asciutta.

 

Solamente un settimo posto per Alex Albon che evidentemente deve ancora prendere confidenza con la vettura, ricordiamo che sono pochi mesi che il compagno di Max è insieme a Red Bull (aveva preso il posto di Gasly).

 

Malissimo anche per le Racing Point che hanno concluso con Perez in 17° posizione (escluso al Q1) e Stroll finito 13° alle spalle di Russel il quale ha concluso in 12° posizione a soli 8 millesimi dalla Ferrari di Charles Leclerc. Evidentemente le tanto acclamate Mercedes rosa non rendono poi cosí bene in condizioni di pioggia e di scarsa visibilità.

 

Uno dei peggiori posizionamenti anche per le Alfa Romeo che ha portato i propri piloti in 16° (Kimi) e 19° posizione (Giovinazzi), quest’ultimo si è anche reso protagonista di un incidente a pochi secondi dalla fine del Q1 che ha comportato una bandiera rossa per tutti i piloti ancora in pista che tentavano di migliorarsi.

 

 

Filippo
Appassionato dei motori sin da prima che fossero inventati. Ho creato f1motogp.com perchè non sapevo come impegnare il tempo libero e ora che il gruppo si è ampliato continuiamo a pubblicare con costanza ed impegno. Accreditato giornalista in Formula E, F2 e F3 e presto, almeno si spera, anche in Formula 1; cosí da potervi portare contenuti ancora più interessanti!